ECONOMIA CIRCOLARE

I REGNI DELLA VITA

Il concetto dell'economia circolare

«Quando guardiamo ciò che è veramente sostenibile, l’unico vero modello che ha lavorato per lunghi periodi di tempo è il mondo naturale». Janine Benyus

Consideriamo la definizione più utilizzata a livello internazionale: quella della Fondazione Ellen MacArthur.
Un’economia circolare è quella che è ricostruente per progettazione e che mira a mantenere in ogni momento i prodotti, i componenti e i materiali al massimo livello di utilità e valore, distinguendo tra cicli tecnici e biologici. E’ possibile illustrare l’Economia Circolare come due sfere (il biologico e tecnico) in cui i materiali scorrono attraverso una colonna vertebrale centrale e riprendono attraverso la loro rispettiva sfera. La colonna vertebrale centrale sono le fasi di produzione e di utilizzo. La strada indietro indica diversi livelli di riciclo o riutilizzo.

Fonte: https://www.ellenmacarthurfoundation.org/

 

La Terra consiste in un sistema ecologico autonomo di diversi strati. Riepilogati, i livelli o le sfere che possiamo utilizzare sono:

  • La litosfera da dove tagliamo i nostri metalli,
  • La biosfera che ci fornisce cibo e composti sprechi biologici,
  • L’idrosfera che usiamo per bere o raffreddare,
  • E l’atmosfera che ospita i nostri gas di scarico.

Così che cosa facciamo nella nostra economia? In primo luogo, recuperiamo risorse da queste sfere terrestri. Quindi i materiali vengono usati una volta o più volte attraverso il riciclaggio o la ristrutturazione. E ad un certo punto questi materiali si sono degradati così tanto o sono diventati obsoleti che dobbiamo sbarazzarci di essi tornando a queste sfere terrestri.
Lo squilibrio tra la nostra economia e i cicli naturali della terra. Quindi, in generale, la nostra economia dovrebbe essere in equilibrio, tuttavia, se guardiamo a ciò che sta accadendo, stiamo consumando un sacco di materiale vergine per sostenere le nostre esigenze tecnologiche e la crescita della popolazione. Dobbiamo evitare uno squilibrio tra le sfere. Come? Lasciando la nostra economia simbiosi con le altre sfere.

Potremmo sostenere che l’economia è solo un’altra sfera che sta lavorando al nostro sistema terrestre, accanto alle sfere ecologiche. Per metterlo nello stesso modo, l’economia sarebbe l’antroposfera, la sfera basata sull’umanità. Poiché questa sfera è diventata così dominante sulla Terra possiamo quindi chiamare l’età attuale l’antropocene.
Se poi estendiamo la definizione dell’economia circolare con le interazioni con il resto dei nostri sistemi terrestri, l’economia circolare non è un’economia basata solamente sulle soluzioni create dall’uomo. Sarebbe quello che è in simbiosi con i sistemi già disponibili che la Terra fornisce e che li utilizza in modo responsabile.

Fonte: https://blog.mauritskorse.nl

HOME > FILOSOFIA